Rick Battaglia (1927-2015): Uno su Mille ce la fa, ma quanto è dura …

Published by:

loren 2Un vecchio posteggio per biciclette sulla piazza, antistante la spiaggia di Volano, diventa un capanno-bar; un grande quadrato in cemento, lasciato lì e senza senso nelle giornate ordinarie, si trasforma in pista da ballo. Bastava poco nel 1955 per creare una location cinematografica: bastò poco al regista Mario Soldati per ricreare dal nulla il palcoscenico che di lì a poco avrebbe fatto entrare nel mito Sofia Loren: siamo nel 1955, il film è La donna del fiume, e la scena è quella (celeberrima) del “Mambo-mozzafiato”. ...Leggi tutto

In bici tra Ferrara e Cento, pedalando oltre il terremoto

Published by:

di Giorgio Capatti

La Rocca estense a Finale Emilia.

In occasione della prima lunga uscita stagionale, alla continua ricerca di nuove strade e percorsi, dal cilindro tiriamo fuori una meta inedita: Cento. La tiriamo fuori dalla nostra memoria, di quando ci eravamo andati nel Settembre 2011 un po’ allo sbaraglio, allungando e scegliendo le strade a sentimento, senza concederci il giusto tempo per assaporare luoghi e colori, lasciando un senso di incompiuto.

Lo rifacciamo 4 anni dopo, lasciati trascorrere 3 anni da quel maledetto 20 Maggio 2012 che ha radicalmente cambiato il territorio e lo spirito delle persone che lo abitano, sbriciolando monumenti e certezze, riversando nel quotidiano la paura. ...Leggi tutto

La storia di Bergantino, il paese delle giostre

Published by:

Esterno dell’autopista (Autodromo) che Umberto Favalli vide alla fiera di Poggio Rusco nel 1928. Quella giostra chiudeva l’epoca delle altalene, delle barchette, delle giostrine a cavalli mosse a mano e inaugurava i tempi nuovi della “macchina”, sogno degli italiani.

Esterno dell’autopista (Autodromo) che Umberto Favalli vide alla fiera di Poggio Rusco nel 1928. Quella giostra chiudeva l’epoca delle altalene, delle barchette, delle giostrine a cavalli mosse a mano e inaugurava i tempi nuovi della “macchina”.

Ci sono storie, racchiuse in quello straordinario scrigno che è la provincia italiana, che bisognerebbe avere la curiosità di andare a cercare, storie che ci raccontano di un passato in cui i nostri nonni, spesso spinti dalla fame e dalla miseria, avevano la forza di mettersi in gioco, inventandosi una vita completamente diversa da quella vissuta fino allora dai loro padri. Ci voleva del coraggio per far questo, era un po’ come puntare tutto alla roulette; ma chi non aveva niente da perdere, poteva permetterselo. Anche oggi, probabilmente, guardandoci intorno, non abbiamo più molto da perdere e può essere utile, perciò, voltare lo sguardo indietro e fermarsi un momento ad ascoltare una storia come questa. ...Leggi tutto

La mostra personale di David Orlandini

Published by:

di Giorgio Capatti

In estate a Pontelagoscuro, nel ferrarese, si tiene un piccolo festival di arte e cultura, il Totem. Per un intero fine settimana via della Ricostruzione, una delle strade principali del paese, viene chiusa al traffico, e qui si tengono incontri, concerti, installazioni artistiche, spettacoli teatrali, dirette radio. Il teatro Cortazar e l’adiacente parco a ridosso degli argini del Po, sono tra i palcoscenici principali di questa splendida iniziativa.

Durante la prima edizione mi aveva particolarmente colpito, tra le bancarelle allestite in Parco Tito Salomoni, l’allestimento di opere di un giovane artista di Berra, David Orlandini. In quell’ occasione, ad attirare la mia attenzione fu una serie di lampade artigianali realizzate coi materiali più disparati, tutti a giocare con luce, forme e colori. Intrattenendomi con lui, poi, ho avuto modo di poter vedere quadri ed installazioni realizzati, ammirandone la capacità di sperimentazione, senza perdere un contesto ed un effetto di grande armonia, in cui la fantasia tanto mia quanto sua trovavano un indubbio contatto. ...Leggi tutto

Sui luoghi di don Primo- La Fondazione Mazzolari

Published by:

Bozzolo e Cicognara distano poco più di quindici chilometri l’uno dall’altra. In questo fazzoletto di terra, stretto tra Viadana e Casalmaggiore, al confine tra le province di Mantova e Cremona, addossato all’argine sinistro del Po, don Primo Mazzolari ha esercitato, tra il 1920 ed il 1959, anno della sua morte, la sua missione di sacerdote.

Interno della Fondazione Mazzolari.

Interno della Fondazione Mazzolari.

Arrivo a Bozzolo una mattina piovosa di novembre. L’aspetto del paese è quello tipico di un piccolo borgo agricolo della bassa padana. In via castello, al numero 15, si trova la Fondazione don Primo Mazzolari. Mi accoglie il segretario, Giancarlo Ghidorsi, che mi parla con calore di don Primo (ha avuto la fortuna di conoscerlo personalmente, da ragazzino è stato per anni suo chierichetto) e dell’attività della fondazione. ...Leggi tutto

Don Primo Mazzolari, storia di un parroco di campagna

Published by:

mazzolari

2 agosto 1931: è passata da poco la mezzanotte. Quella era stata una sera come tante per don Primo Mazzolari, parroco di Cicognara, un paesino dell’oltrepò mantovano, tra Viadana e Casalmaggiore. Come tutte le sere, dopo cena, si era intrattenuto nel suo studio a riordinare le carte, ad organizzare il lavoro del giorno dopo, a prendere appunti. Poi, verso le 23, era salito nella sua stanza. Era da poco riuscito ad addormentarsi, quando delle botte violente, picchiate sul cancello del cortile, lo svegliano. Don Primo si butta addosso la prima cosa che trova e va alla finestra a vedere; non fa in tempo ad aprire le imposte, che cinque colpi di rivoltella, sparati a poco più di dieci metri di distanza, lo investono, senza, per fortuna, colpirlo. Riesce soltanto ad intravedere due ombre indistinguibili che si allontano di corsa. ...Leggi tutto

Verdi e Busseto, sulle ali della nostalgia

Published by:

Roncole di Busseto, casa natale di Giuseppe Verdi

Senza Busseto, non si capisce Giuseppe Verdi: e non si può cogliere davvero quel profondo senso di familiarità, che si prova quando si ascoltano certe arie verdiane. Senza Busseto, in particolare, non si può capire la vera ragione di un’opera, il Nabucco, forse non delle più raffinate e forse nemmeno delle più rifinite di Verdi, ma sicuramente tra le più emozionanti e suggestive.

busseto 1   busseto 2
Primo atto, Gli arredi festivi (coro: video 1). Un vivacissimo alternarsi di voci, bassi, soprani: ognuna di queste voci raccoglie l’angoscia delle varie componenti del popolo di Israele, che è in guerra, sa di essere sconfitto, e si è rifugiato nel tempio, pregando, aspettando il peggio. Rappresentazione musicale, eppure plastica di un Popolo, quello di Israele, piccolo regno, fatto di gente laboriosa, ma politicamente e militarmente irrilevante, quindi, perennemente preda di appetiti dinastici, di contese, di guerre … ...Leggi tutto

Le foto dell’intervento a Polesella e…

Published by:

Stamattina mi sono nuovamente recato a Polesella, e dalla strada arginale si vede bene il lavoro della gru, che anche stamattina sta gettando i massi sul rinforzo di cemento che sembra avere avuto qualche difficoltà.

DSC00547 DSC00548

Già nel sopralluogo di ieri sera, però, tra le tante voci di paese che si rincorrevano, una su tutte ha attratto la mia curiosità. Un signore che scendeva dall’argine a piedi mi ha incrociato e, senza che gli chiedessi nulla, mi ha detto che questo lavoro era pianificato da tempo e che <<come al solito in Italia le cose funzionano così>>, aggiungendo che <<sempre all’ultimo si devono fare i lavori…>>. Quest’affermazione mi ha lasciato di stucco: ammesso che il lavoro fosse pianificato da tempo, perché decidere di farlo d’urgenza proprio il sabato e la domenica, per altro in concomitanza con un evento critico come il passaggio di una piena? Ebbene, la verità non la conosco, ma l’ordinanza parla di una richiesta fatta al Comune di Polesella il giorno 31 ottobre, acquisita al n° di protocollo 9547 dello stesso Comune. I ben informati mi aggiornano sul fatto che, durante le situazioni di piena, esiste la possibilità di attingere ad un fondo speciale che permetterebbe di sbloccare danari utili alla realizzazione di opere magari rimaste al palo da tempo. ...Leggi tutto